Paper Search Console

Home Search Page Alphabetical List About Contact

Journal Title

Title of Journal: Riv Ital Med Lab

Search In Journal Title:

Abbravation: La Rivista Italiana della Medicina di Laboratorio - Italian Journal of Laboratory Medicine

Search In Journal Abbravation:

Publisher

Springer Milan

Search In Publisher:

DOI

10.1016/0379-6779(93)90754-K

Search In DOI:

ISSN

2039-6821

Search In ISSN:
Search In Title Of Papers:

La diagnostica di laboratorio delle malattie del surrene. Raccomandazioni pratiche per la sindrome di Cushing

Authors: Federica D’Aurizio, Renato Tozzoli, Romolo Marco Dorizzi, Vincenzo Brescia, Elisa Esposito, Antonio Fortunato, Luca Giovanella, Gabriele Guzzaloni, Gruppo di Studio Endocrinologia e Malattie del Metabolismo (GdS-EMM),

Publish Date: 2015/06/12
Volume: 11, Issue:3, Pages: 132-149
PDF Link

Abstract

La sindrome di Cushing è un complesso di segni e sintomi determinato da un’esposizione cronica a elevati livelli di glucorticoidi circolanti di cui si distinguono una forma esogena (iatrogenica) e una forma endogena. La maggior parte dei casi di sindrome di Cushing ACTH-dipendente è rappresentata dalla malattia di Cushing, ovvero da tumori ipofisari che producono ACTH, mentre le forme di sindrome di Cushing ACTH-indipendente sono riconducibili a tumori surrenalici, in prevalenza benigni, che producono cortisolo. La presentazione clinica è, in genere, caratterizzata da obesità centrale, strie rubrae, acne, irsutismo, astenia muscolare e osteoporosi, disfunzioni gonadiche (nel maschio ipogonadismo ipogonadotropo, nella femmina cicli oligo- o anovulatori), ipertensione arteriosa, alterazioni metaboliche (diabete mellito e iperlipidemia), disturbi neuropsichiatrici (depressione e psicosi), anche se le forme subcliniche sono più frequenti di quelle conclamate e si riscontrano nel 5–20% dei casi di incidentaloma surrenalico. La revisione della letteratura successiva alle linee guida della Endocrine Society ha confermato nel complesso le raccomandazioni del 2008: diagnostic odd ratio e number needed to diagnose dimostrano che il cortisolo libero urinario, il cortisolo salivare notturno e il cortisolo sierico totale dopo test al desametasone 1 mg overnight raggiungono performance diagnostiche e analitiche molto soddisfacenti e comparabili. Le presenti raccomandazioni pratiche della Società Italiana di Patologia Clinica e Medicina di Laboratorio riprendono quelle della Endocrine Society del 2008, privilegiando tuttavia il ruolo della raccolta di almeno 2 campioni di cortisolo salivare notturno, determinato con metodo immunometrico e con attenta valutazione del relativo cut-off, o con metodo LC-MS/MS. Si conferma l’importanza di standardizzare la fase della raccolta della saliva utilizzando un dispositivo adeguato e istruzioni dettagliate per il paziente. Si ribadisce di non eseguire per lo screening della sindrome di Cushing i seguenti test: cortisolo sierico e ACTH plasmatico, prelevati casualmente nel corso della giornata, 17-chetosteroidi urinari, test di tolleranza all’insulina, test alla loperamide e test al DST 8 mg.


Keywords:

References


.
Search In Abstract Of Papers:
Other Papers In This Journal:


Search Result:



Help video to use 'Paper Search Console'